• Bergamo – La città (1 gg)

    Bergamo – La città (1 gg)

Bergamo – La città (1 gg) / Storia e cultura

Bergamo Alta
Chiusa tra le sue mura, arroccata su un colle, la città ha conservato nell’assetto delle sue strade l’antico aspetto medievale e rinascimentale rappresentato da piazza Vecchia e piazza del Duomo.

In piazza Vecchia: il Palazzo della Ragione, costruito nel XII secolo ma poi rimaneggiato nei secoli successivi; il Palazzo del Podestà, simbolo del potere veneziano sulla città, costruito nel XIV secolo, ma affrescato dal Bramante nel 1477 (i resti di questi affreschi sono oggi custoditi nella Sala delle Capriate del Palazzo della Ragione); e Santa Maria Maggiore. Tutti questi monumenti ci riportano al periodo comunale

Mentre un capolavoro assoluto come la Cappella Colleoni, realizzata per ospitare il mausoleo del condottiero e di sua figlia, ci proietta in pieno nelle atmosfere rinascimentali.

Mura cittadine
È d’obbligo una passeggiata attorno alle mura della città: dalla cinquecentesca Porta Sant’Agostino, sormontata dal leone di Venezia, a Porta Sant’Alessandro, nei cui pressi sorge la cittadella voluta dai Visconti nel XIV secolo, fino a Porta San Giacomo, costeggiando i baluardi che rafforzavano la cerchia delle mura.

Il Teatro Storico Donizetti
Fondato nel 1786 con il nome di Riccardi, dal nome del suo impresario, il teatro Gaetano Donizetti, dedicato al grande compositore bergamasco, è stato uno dei primi in muratura in Italia. Oggi è una delle istituzioni culturali più importanti della città e ospita, oltre alla stagione lirica, sinfonica e concertistica, anche numerose altre iniziative come il “Festival Bergamo Jazz”, il prestigioso “Festival Pianistico Internazionale Arturo Benedetti Michelangeli di Brescia e Bergamo”.

Pinacoteca dell’Accademia Carrara di Bergamo
Una delle più importanti realtà museali della provincia è la Pinacoteca dell’Accademia Carrara di Bergamo, con la sua “vicina” Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea. Fondata nel 1795 in un palazzo neoclassico, attualmente in restauro, comprende 1.900 dipinti, soprattutto del periodo tra il XV e il XVIII secolo, delle più importanti scuole italiane e straniere e di molti grandi delle pittura italiana, come Pisanello, Bellini, Mantegna, Lotto, Raffaello, Tiziano, Canaletto, Donatello e Canova, ma anche straniera, come Dürer, Brueghel, Rubens. Per qualità e articolazione culturale, è considerata fra i più significativi musei di arte antica in Italia. Mentre la monumentale sede neoclassica è in restauro, l’esposizione della selezione maggiore delle sue raccolte, è allestita dal 2008 nel Palazzo della Ragione di Bergamo Alta.

GAMeC Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea
A completare la straordinaria raccolta è nata, nel 1991, la Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea. Sorta di fronte all’Accademia Carrara, negli spazi ristrutturati da Vittorio Gregotti, un convento del XV secolo, raccoglie circa 200 dipinti, oltre a sculture, incisioni e fotografie. Notevoli tra le altre le 25 opere di Giacomo Manzù e la donazione del collezionista Gianfranco Spajani, che comprende dipinti di pittori italiani del Novecento tra cui Balla, Boccioni, De Chirico, De Pisis, Manzù, Morandi, ma anche Dorazio, Morlotti o, ancora più recente, Adami, oltre ad alcune opere di artisti stranieri (Hartung, Kandisnski, Richter, Sutherland). Lo spazio espositivo propone mostre temporanee personali e collettive di artisti internazionali, progetti inediti di artisti emergenti, eventi espositivi di largo respiro storico artistico, progetti per artisti legati al territorio, offrendo allo stesso tempo molteplici occasioni a chi è interessato all’arte e alla creatività di oggi.

 

 

Bergamo – La città (1 gg)
Bergamo – La città (1 gg)
Bergamo – La città (1 gg)